Connessioni 111 – 115

111 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Ed è ancora Il parametro "tempo" relazionato allo stato vibrazionale in cui vivete, alla dimensione dello spazio in cui abitate, ad un fattore organico del vostro cervello , che vi mostra realtà parziali.
Nessuno "muore" poiché nessuno è "vivo", Vita e Morte sono parametri spazio/temporali del piano che percepite.
Cos'è che che nasce ?
Cos'è che muore ?
Il sole non sorge e non tramonta ma la percezione che avvenga non implica che non sia vero, tenere a mente la parzialità data dal piano di osservazione diventa quindi fondamentale per espandervi nel sentirvi parte.

Siete già presenti in più piani, in più tempi e dunque siete già immortali poiché tutto è immortale nel momento in cui vi aprite a riconoscere ciò ricorderete ciò che avete sempre saputo.

Nessuno "muore" poiché nessuno è "vivo".

Apritevi a riconoscere l'immortalità di ogni cosa, con il sorriso negli occhi aprite il vostro percepito, spingete la vista organica oltre a ciò che vedete, immaginate ogni cosa che vedete rilasciare filamenti d'interconnessione in ogni direzione verso un principio che c'è a prescindere che lo ricordiate o meno.
Siete nel fiore, nel sole, nell'aria tanto quanto nel vostro corpo.

Non siete lì, ma siete anche lì.
Non siete chi pensate di essere ma siete anche ciò che pensate di essere.
Non siete vivi ma siete anche vivi.
Non siete morti ma siete anche morti.
Non siete importanti ma siete anche importanti .
Quando immettete "l'anche" vi dichiarate parte e tutto si apre ad aumentare la vostra percezione.
Apritevi ai sensi cosmici che sono già in voi, per voi lo strumento per ricordare, percepire, riconoscere, vivere le più dimensioni coesistenti.

Temere la morte significa non sentirsi parte.
Quando vi sentirete parte tutto ciò che riguarda la percezione temporale del piano si dissolverà inondandovi di gamme di frequenza che vi permetteranno di utilizzare i vostri sensi organici ad uno stadio che ora risiede nell'immaginazione di alcuni, nella speranza di tanti, nel " e magari" di molti.

Spingete i vostri occhi a vedere oltre...
fateli sorridere...
nutrite la pace e ricorderete....,
nessuno "muore" poiché nessuno è "vivo".

112 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Su un livello quantistico l'interconnessione si estende in ogni dove.
Ogni situazione, evento, incontro, è governato da un insieme più grande che coinvolge un susseguirsi di eventi, ci sono filamenti d'informazione che si estendono, espandono, intrecciano nelle dimensioni coesistenti ed per questo che vivere nel far parte vi permette di respirare.
Ogni vostra domanda da dove proviene ?
Così come le risposte giungono a voi proprio quando non ricordate la domanda che avete posto nel vostro modo d'essere, vivere,pensare, dire ecc ...

L'intero ecosistema di vita pulsa registrando ogni respiro e il suo contenuto.
Cosa dicono i vostri respiri ?
Ascoltate i vostri respiri poiché hanno tutte le risposte che pensate di non avere.
Quanto tempo abitate il vostro "vivere" ?
Quanto tempo ascoltate il vostro "sentire" ?
Ascoltate i respiri della gente, delle persone a voi care e saprete le risposte che cercano .

Il ritmo del respiro è un indice di presenza molto indicativo, e quindi ascoltate i respiri e saprete.

Tutto è governato da un ritmo scandito non dal tempo ma dai respiri e quando vibrate nel ritmo del respiro della vita tutto fluisce e viceversa quando vibrate in un ritmo "faticoso" tutto vi appare complicato.
Ascoltate i vostri respiri poiché hanno tutte le risposte che pensate di non avere.
Quanto tempo abitate il vostro "vivere" ?
Quanto tempo ascoltate il vostro "sentire" ?

Non c'è alcun bisogno di "forzare" il vostro respiro è sufficiente ascoltarlo affinché la vostra bussola interna vi riporti sul Nord.

113 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Quando riconoscerete l'evoluzione compiersi in ogni situazione nulla più vi farà paura o vi metterà in una situazione di sconforto o ancora di rabbia.
Infatti tutte queste gamme emozionali risiedono nel non riconoscersi parte di un insieme governato da una perfezione cosmica che in base al grado di visione si apre in voi permutando le percezioni, la gamma emozionale e la gamma dei vostri pensieri .

E' il grado di visione che influenza a cascata i pensieri, le parole, le emozioni e le vostre reazioni ed ecco per quale motivo cambiare i pensieri risulta vano se non si amplia la visione.
Osservare la vita dal punto di vista evolutivo che comprende gli insiemi e non i singoli apre gamme di informazioni che non sono percepibili guardando un piccolo insieme.
Un pò come alla guida di un automobile non serve vedere tutto il percorso così come non serve vedere solo il metro dinnanzi a voi.
Più vi spingete a vedere di più e più in là e più scoprirete scenari che sembravano celati ma che di fatto erano già lì.

Così ogni situazione intersecando molteplici vite non può essere vista solo da un frammento che riguarda un singolo ma bensì comprendere l'impatto che determinerà per più persone e nei tempi a seguire ...

Finché non sarete allenati a vedere oltre a ciò che vedete non potrete pensare di scegliere ne tanto meno di sapere.

Ciò che desiderate riguarda voi e quindi non comprende l'impatto che genera in voi e nelle generazioni a venire vi mantiene necessariamente nel vivere senza scegliere ovvero vivere in reazione al vostro percepito.
Allenatevi nel scorgere l'evoluzione che agisce a prescindere che voi lo vediate, capiate, riconosciate o meno.

Tutto è governato da leggi cosmiche che rispondono a ritmi e gamme di frequenza ed ogni gamma apre mondi di possibilità e di realtà percepita .

Cosa vedi ?
Quanto vedi ?
In ciò che non comprendi vedi l'evoluzione all'opera ?

114 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

L'azione di osservare ed osservarsi vi pone in uno stato che vede di più.
Osservate i pensieri per qualche istante e osservate da che direzione provengono, il tipo di consistenza, il tipo di velocità con cui vi attraversano e vi soggiornano ...
Cosa pensate ?
A cosa pensate ?
Pensate ?

Dal momento che riconoscete l'interconnessione delle forme come potete appropriarvi di un vostro pensiero ?
Le bande vibrazionali dei pensieri sono presenti in ogni dove ed è la vostra frequenza interna che vi permette di accedervi .
Quanto più spaziate lasciando galleggiare i pensieri e tanto più accederete a gamme di pensiero fin'ora inesplorate .
Lasciar galleggiare i pensieri è un modo di espandersi nell'espansione della coesione molecolare.

Quando fermate il pensiero su una certa cosa non siete più in grado di percepire il flusso cosmico che circonda il tutto.
Lasciar galleggiare i pensieri vi permette di ampliare le percezioni.
Immaginate proprio quel pensiero e vedetelo galleggiare nell'aria come una nuvola che sospinta dal vento si forma e si dissolve .
Non temete le nubi in voi poiché in ogni caso si trasformeranno in cieli tersi e in arcobaleni gioiosi.
Osservate i cielo che vi sovrasta poiché potreste scorgere tutte le vostre risposte così come osservando un albero, un prato,il mare, un fiume e in tutto ciò che vi circonda risiedono le risposte poiché tutto è parte integrante ed interconnessa.
Quando formulate una domanda sappiate che è la risposta che che ha bussato alla vostra porta ed per questo che potrete scorgerla ovunque.
Quella domanda l'avete pensata ? Cosa pensate ? A cosa pensate ? Pensate ?

115 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

La temporalità dell'onda, della vita è infinita e in continuo movimento l'onda non esiste di per se, l'onda è la combinazione di determinati elementi da sempre in movimento nel respiro della vita.
Ciò che ritenete "vero" è ciò che osservate e ciò che siete in grado di osservare è una minuscola parte che non state creando poiché già esiste .
Ampliare ciò che vedete vi aprirà mondi infiniti.

Nulla finisce poiché nulla comincia, vi esprimete nel "chiudere" cicli o cerchi inesistenti in quanto tutto si muove a spirale e quindi non si può "chiudere" .
Nel mare calmo vedete l'onda ? Vedete l'immensa onda riunita ?
Questo è aprirsi ed ampliare la visione .

Il vostro quotidiano viene attraversato da onde relazionali in continuo e nessuna relazione che abbiate avuto si è mai conclusa poiché vi ha nutrito e quindi ora è in voi così come voi siete in lei.
L'evoluzione è un movimento inesorabile che non dipende da voi in nessun caso.
Voler creare certezze è la base più instabile che potete raggiungere.

Nel mare calmo vedete l'onda ? Vedete l'immensa onda riunita ?

Silenzio, Galleggiamento, Respiro ...
Sorridendo per ciò che non vedete ancora ...
Sorridendo nel sentirvi parte di una perfezione che va al di là di voi come singoli individui ...
Sorridendo liberati dal dover "salvare" il mondo poiché non è in pericolo è semplicemente in evoluzione come voi ....

Voler salvare il mondo, o voi stessi implica ed è come voler salvare un bimbo che sta imparando a camminare per cui poi non vorrà più stare solo in braccio , non c'è da salvare nessuno il mondo evolve, cresce e come il bimbo camminerà e diventerà adulto che vi piaccia o meno.
Dunque cosa vedete ?
Nel mare calmo vedete l'onda ? Vedete l'immensa onda riunita ?

Ogni connessione è solo una trascrizione , la punteggiatura è relativa.

Beatrice