Connessioni 81 – 85

81 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Dove guardate ? Cosa guardate ? Muovetevi da esploratore dove tutto ciò che vede è estraneo al suo conosciuto, immaginate che ciò che sapete essere una cosa è tutt'altro , cosa accadrebbe ?
Cosa accadrebbe se quello che conoscete è solo un aspetto e la stessa cosa avesse più ruoli e significati ?
Cosa potrebbe essere una sedia ?
Domandatevi cosa potrebbe essere oltre a ciò che conoscete ?
Se non è solo una sedia cos'è ?
Se non è solo un telefono cos'è ?
Se non è solo una radio cos'è ?
Fermatevi sull'oggetto guardatelo per la prima volta, cos'è? Cosa vedete ?

Poiché tutto ciò che potete toccare, vedere è arrivato da un pensiero che galleggiava nell'etere e ha preso forma nella vostra dimensione terrena che cosa avete tra le mani ?
Perché ci sono tante sedie ?
Perché ci sono tante radio o telefoni o tanto di ogni cosa ?
Cosa sono tutte queste cose che riempono le vostre case ?
Perché ne avete così tante ?
Se non le aveste cosa fareste ?
Quando non le avevate vi mancavano ?
Se non le aveste più vi mancherebbero?

Cosa guardate ? Dove guardate ?
La sedia è solida solo quando posata su un pavimento piano e dunque è solida ?
A cosa serve una sedia nell'acqua ? Cosa accade quando vi fate domande del genere ?
Poiché la sedia c'è qual'è la sua funzione nei diversi stati di appoggio ?
A cos'altro potrebbe servirvi ?
Se la sedia fosse un amaca come la utilizzereste ? Se fosse una radio ?
Ogni elemento è di fatto una radio e dunque riuscite ad ascoltare cosa trasmette la sedia ? Siete sicuri che è fatta per sedervici sopra ?

Quanto più spingete domande all'interno di cose ritenute ovvie come una sedia, tanto più allargate la vostra banda di ricezione e trasmissione e siate pronti a ricordare tutta una gamma di informazioni che sono presenti in ogni forma che guardate .
Dunque quando vedete una sedia, guardatela, ascoltatela !

82 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Dovere è una parola che non piace a nessuno di voi, se solo vedeste la bellezza del dovere mettereste pace in ogni situazione.
Non state vedendo che dover vibrare di pace è l'unico modo per attingere da frequenze lì pronte x voi.
Dovete attingere al galleggiamento, alla gioia di essere servitori dell'intero universo , alla pace di far parte, alla grandiosità del vostro corpo, alla perfezione che permea tutto.

Dovere è riconoscere che non avete scelta poiché la scelta diventa parte integrante quando si è adempito questi doveri, la scelta risiede nella frequenza di pace , tutto il resto è reazione.
Nell'evoluzione dell'intera razza umana c'è una crescita di presenza che porta inesorabilmente ad uno stato di reazione sempre più lieve, e questo passaggio è assolutamente in allineamento all'evoluzione stessa.
Per far parte attiva il passaporto è la pace in voi, gli avvenimenti che vi destabilizzano sono un indice del grado reattivo presente in voi che voi stessi per vostra natura richiedete a conferma del grado raggiunto.

Ogni cosa in ogni ambito che portate a termine vi nutre di soddisfazione e questo emette una richiesta cosmica di avere conferma del risultato raggiunto dunque anche l'universo è vostro servitore poiché tutto l'intreccio cosmico è interconnesso e fluisce governato da leggi fisiche da voi ancora dimenticate.
Allargate lo zoom per vedere che ogni singolo dettaglio è parte di un insieme.
Collegate i puntini determinati dai singoli eventi e tracciate il disegno.
Alcuni puntini non verranno toccati dalle linee di definizione del tracciato e dunque non servono ?
Ogni puntino è parte e partecipa e dunque ogni evento ha un ruolo , scorgete il disegno e saprete ...

Osservate la vostra vita e i puntini che avete messo , vi state accanendo per un puntino di tracciato o di riempimento?
Quando gli eventi scorrono siete sul tracciato e quando vi sentite sospesi siete in un area di riempimento .
Il tracciato ha una forza magnetica a cui non potete resistere e dunque avete costruito il vostro riempimento passando più volte nei tratti del tracciato ora è il tempo della definizione per scorgere il disegno risultante.

83 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Dipende da voi ?
Gli strati di frequenza determinano il concretizzarsi degli eventi, tanto più la vostra frequenza vibra nella visione ampia e tanto più sarete parte attiva nel processo evolutivo pertanto finché vibrerete nello strato reattivo non ci sarà partecipazione , non sarete gli artisti sul palcoscenico ma bensì il pubblico. Quindi comprenderete che tutto si svolge anche per voi e con voi .

Lo spettacolo della vita è in scena, alcuni di voi sono dietro le quinte , la razza umana è per lo più pubblico e solo quando avrete imparato la parte potrete partecipare come artista che si vota nel compiere il suo ruolo.
Così accade anche nella vostra storia personale e quindi iniziate ad individuare nella vostra vita/storia in che ruolo vi state preparando.
Chi sono gli attori protagonisti ? Chi le comparse ? Chi i tecnici ? Chi il pubblico ?
Chi il regista ? Chi lo Scenografo ? Chi il costumista ? ...

Osservate uno spettacolo, un film, e individuate il processo avvenuto affinché il pubblico possa "dimenticare" e "ricordare" chi è per un ora o due.
Tutto si svolge mentre il pubblico ignora poiché pochi sono disposti ad attivarsi concretamente perché ciò accada e dunque aspettano che lo spettacolo sia pronto per goderne o criticarlo.
Quando volgete una critica state considerando tutto il processo avvenuto ?
State guardando alla complessità che si è attivata per la realizzazione di ciò che criticate ?
L'artista preparato della critica ne farà tesoro comunque poiché vuole che lo spettacolo sia immenso.

State celebrando la vita o la state criticando ?
Comprendete il vostro ruolo e restate nell'osservare l'insieme più grande e non solo il risultato finale e lo spettacolo è il risultato.

84 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Gli eventi che accadono accadono su più strati di realtà, ciò che vedete e riconoscete è solo una piccolissima parte, ogni evento, situazione si dispiega su più livelli.
Ogni evento/situazione ha un ritmo che confluisce e converge e impatta tutto l'ecosistema di vita ed è per questo che non può dipendere da voi ma con voi.
Ogni idea che vi pervade è una frequenza che captate in base allo stato di frequenza che nutrite in voi.
Ogni idea/pensiero è sorretta da una frequenza evolutiva che è già in movimento e questo movimento segue il flusso impulsico vitale.

Tutto è permeato nella crescita e tutto si apre in ampio spettro di possibilità ove tutto diventa possibile qualora riconoscete il far parte, vivere nel flusso diventa poi naturale e risulta facile come in una danza allorché si è preso il ritmo.
Iniziate a percepire in ritmo in cui vi muovete e scoprirete che ogni vostro movimento risponde ad un ritmo. Diventa quindi fisiologico che da un movimento ne consegua un altro e un altro ancora fino a creare una coreografia.
Ogni vostro pensiero è permeato di frequenza che genera movimento e stabilisce il ritmo e nel ritmo c'è il movimento successivo.
Cos'è il ritmo ?
Da cosa si forma il ritmo ?
Quando mangiate, guidate, leggete, riposate, che ritmo vi abita ?
Tutto genera ritmo, qual'è il ritmo nel silenzio ?
Ascoltate una musica e sentitene il ritmo.
Come vi risuona nel vostro livello cellulare ?
Qual'è il vostro ritmo ?

85 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Ogni volta che pensate ad una fine ben sapendo che è anche sì un inizio vibrate nella scissione tutto è un movimento perpetuo come le onde del mare che anche quadro appare calmo è colmo di correnti e onde interne che modellano i fondali e rilasciano al sole il riflesso e la percezione ottica di essere piatto, fermo ma on è così ...

Nelle vostre vite ci sono momenti in cui tutto sembra un mare in tempesta e momenti in cui tutto è calmo e i vostri pensieri sono le vostre onde poiché anch'essi vi modellano così come le vostre emozioni vanno a definire il grado di espansione.
Ogni volta che un onda giunge a riva finisce ?
Certo che no poiché subito rientra nel mare e si abbandona alle correnti poiché non può fare altrimenti, e dunque nel movimento impulsico della vita non c'è la situazione di "fermo", tutto è in movimento perpetuo , tutto genera vita con i tempi governati dagli intrecci cosmici.

Quando smetterete di voler essere diversi, di voler fare la differenza e di voler salvare comprenderete che entrare nel flusso realizza molto di più di ciò che potevate immaginare/desiderare ...
Ogni cosa, progetto, idea che intraprendete è richiesto e voi ubbidite, può sembrarvi una vostra idea ma quell'idea è arrivata in voi spinta dalle correnti dell'evoluzione e ogni idea raggiungerà la riva , nulla rimane incompiuto e nulla è vano, tutto nutre il mare e le onde che giungeranno a riva.
Ci sono più rive e quindi entrare nella pretesa che quell'onda debba raggiungere quella riva è dispendioso in termini di energia e non riconosce il movimento impulsico, il suo ritmo e l'evoluzione stessa.

Fermatevi in ascolto del vostro battito cardiaco, entrate nel silenzio, create dei momenti di intimità in voi con voi per voi.
Entrate nel galleggiamento, lasciatevi cullare dalle onde , siete dotati di una bussola interna che non permetterà di "perdersi" . Siete parte integrante del processo evolutivo e nulla può opporvisi.
Siete interconnessi ad un sistema che si estende in migliaia di piani di esistenza , non siete soli e quando onorate ciò solo il silenzio può darvi tutte le risposte .
Ogni volta che entrerete nel silenzio vi ricorderete .
Abituatevi al silenzio, generate momenti di silenzio nella vostra quotidianità e saprete.

Ogni connessione è solo una trascrizione , la punteggiatura è relativa.

Beatrice