Connessione 116
ottobre 2, 2017
Connessione 118
ottobre 14, 2017

Connessione 117

 

117 Richiedo informazioni utili per il mio proseguire in questo piano.

Iniziate a pretendere l’utilizzare i sensi cosmici in modo naturale, è insito in voi il poterlo fare e dunque smettete di adagiarvi su un “magari si potesse” quando di fatto siete nell’epoca i cui ciò diverrà naturale.
Addestrate il vostro corpo poiché ha risorse inutilizzate , addestrate il vostro corpo per onorare la vostra funzione cosmica, addestrate il vostro corpo poiché scoprirete infinite possibilità che al momento non siete in grado neanche di immaginare.
Passeggiate sentendovi molecola universale, fermatevi nel silenzio, nel galleggiamento, nel vostro sentire e collocatevi come particella dell’universo tra infiniti universi …

Sentite come la vostra presenza sia parte di una tale magnificenza, respirate, sorridete con gli occhi, salutate ogni cosa innanzi a voi con rispetto di chi vede tutto, di chi sa poiché nel sentire sapete di sapere.
Il tempo storico del crogiolarsi nel fingere un impotenza è volto al termine e dunque alzatevi e pretendete di essere felici, di vibrare nella gioia e nella pace, nel ricordo e nell’abbondanza universale.

Quanto siete disposti ad addestrarvi per giungere oltre i vostri sogni e desideri ?
Siete pronti a riconoscerli come ricordi di uno stato interno che vi guida verso il raggiungimento di quello stato di pace dove ciò che ora è definito impossibile sarà la normale quotidianità.
Siete pronti a smettere di lottare verso cose morte ?
Non sentite il senso di scoraggiamento interno nella lotta verso qualcosa che di fatto non vi nutre ?

E ora immaginate di “Lottare” (visto che vi piace) per il diritto di essere esseri cosmici in grado di fare “miracoli” , per la gioia di vibrare nella pace, per realizzare l’inimmaginabile …..

Cominciate dunque il vostro addestramento personale, nel vostro silenzio nella vostra intimità, con pace, pazienza e disciplina poiché state relazionandovi al vostro corpo, nella materia, con ferma dolcezza pretendete di vivere chi siete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *